Attualità

A seguito della riforma del 2010 (dec. lgs. n. 28 del 4 marzo 2010) i procedimenti giudiziari iniziati successivamente alla data del 20.03.2011 devono essere obbligatoriamente anticipati da una fase di mediazione, allorquando essi riguardano una delle seguenti materie: condominio, diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di azienda, risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti, responsabilità medica, diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità nonché  contratti assicurativi, bancari e finanziari. Allo stato sarebbe senz’altro prematuro e meramente speculativo ogni giudizio sulla effettiva utilità di tale strumento. Certo è però che la mediazione ha un potenziale notevole di imporsi come valida metodologia per la risoluzione di conflitti, alternativa a quella del procedimento giudiziario.